Dettaglio corso RES
Registrati per accedere al corso
Accreditamento 245649
Titolo DIAGNOSI ED INTERVENTO PRECOCE NEL BAMBINO CON DANNO PERINATALE: E’ TEMPO DI FARE PRIMA
Data inizio 14/12/2018
Data fine 14/12/2018
Obiettivo N.18. Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, specializzazione e attività ultraspecialistica. Malattie rare.
Ore 15
Crediti 10,5
Professioni Medico chirurgo, Psicologo, Educatore professionale, Fisioterapista, Infermiere, Infermiere pediatrico, Logopedista, Ortottista/assistente di oftalmologia, Tecnico ortopedico, Terapista della neuro e psicomotricita' dell'eta' evolutiva, Terapista occupazionale
Discipline Medicina fisica e riabilitazione, Neonatologia, Neurologia, Neuropsichiatria infantile , Pediatria, Psichiatria, Pediatria (pediatri di libera scelta), Psicoterapia, Psicologia, Fisioterapista, Educatore professionale, Infermiere, Infermiere pediatrico, Logopedista, Ortottista/assistente di oftalmologia, Tecnico ortopedico, Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, Terapista occupazionale, Psicoterapia
Quota iscrizione Medici e tecnici ortopedici € 264 + IVA
Altre Professioni e Specializzandi€ 229 + IVA
Studenti € 144 + IVA
Luogo Pisa, Stazione Leopolda
Indirizzo Piazza Guerrazzi, Pisa
Sponsor Evento multisponsor
Resp. scientifico Prof. Andrea Guzzetta
Razionale IL FORMAT
Il progetto si compone di di 3 sessioni e una Tavola Rotonda nell’arco di 2 giornate di lavoro.
I Sessione: DIAGNOSI PRECOCE in cui si esamina l’epidemiologia del danno perintale, l’importanza delle neuroimmagini in neonatologia, il ruolo dell’esame trazionale rispetto all’esame della motricità spontanea;
II Sessione: STRUMENTI E PROFILI DI SVILUPPO NELLA PRIMA INFANZIA in cui si parla di disfagia, di funzioni cognitive e interazioni precoci. La giornata si apre e si chiude con 2 Keynote Lecture.
III Sessione: L’INTERVENTO PRECOCE sul family centered, sull’importanza del terriotrio, sulle defomrmità secondarie e l’importanza di ortesi ed ausili nel primi 500 giorni di vita del bambino per chiudere con la funzione visiva. Si apre con una Keynote Lecture e il pomeriggio è aperto ad una Tavola Rotonda sull’implementazione della diagnosi e dell’intervento precoce nel SSN italiano.

RAZIONALE Lo scopo del convegno sarà quello di discutere di temi importanti e innovativi quali una diagnosi ed un intervento sempre più precoce nel bambino con danno perinatale.
Il focus sarà quindi sul bambino con insulto cerebrale perinatale, con l’obiettivo generale di presentare le più aggiornate conoscenze nell’ambito della diagnosi precoce dei disturbi del neurosviluppo e dell’intervento precoce in questa popolazione.
Particolare attenzione sarà rivolta ai nuovi standard di cura nelle diverse finestre di opportunità dei primi 500 giorni, nella cornice dell’evidence-based medicine e della traslazione al nostro Sistema Sanitario, dai centri di terzo livello alle strutture territoriali e alle famiglie.
In questo ambito generale, alcuni dei temi affrontati saranno:
• Diagnosi precoce come presupposto all'intervento precoce
• Ruolo delle indagini strumentali
• Prematurità e sviluppo
• L'intervento sulla famiglia e per la famiglia
• La prevenzione delle patologie secondarie
• Ortesi e ausili nei primi 500 giorni
• Valutazione e abilitazione dell’arto superiore
• Disfagia, MRGE e PEG
• Problematiche visive e sensoriali

OBIETTIVI GENERALI DEL FORMAT
♣ Aggiornamento sulle ultime modalità basate sull'evidenza per l’individuazione e la presa in carico di bambini ad alto rischio neurologico o per la diagnosi di paralisi cerebrale e relative comorbidità
♣ Accrescimento della consapevolezza di nuovi ed emergenti trattamenti per bambini ad alto rischio di disabilità dello sviluppo
♣ Accrescimento della collaborazione interprofessionale per aiutare a coordinare e migliorare i servizi attraverso il continuum di cura per i bambini con disabilità dello sviluppo e le loro famiglie
♣ Accrescimento professionale degli operatori sanitari coinvolti
♣ Miglioramento del lavoro d’équipe nel progetto riabilitativo complessivo
♣ Costruzione di un progetto terapeutico e riabilitativo unitario, condiviso da tutte le professionalità coinvolte, concordato con il paziente e condiviso dalla famiglia
♣ Acquisizione di un linguaggio comune per la condivisione di una semeiotica omogenea
Segreteria organizzativa PerCorsi
info@percorsieformazione.com
www.percorsieformazione.com


<< indietro