Dettaglio corso RES
Registrati per accedere al corso
Accreditamento 245574
Titolo LA LEGGE GELLI-BIANCO: DALLA TEORIA ALLA PRATICA
Data inizio 25/01/2019
Data fine 25/01/2019
Obiettivo N.5. Analizzare le criticità inerenti l'erogazione " di cure al cittadino"; offrire una buona conoscenza di base in materia di responsabilità professionale affinché i professionisti sanitari possano possano confrontarsi con l'evoluzione della responsabilità sanitaria e con possibili difficoltà che ne possono derivare: ridurre il contenzioso, civile e penale, avente ad oggetto la responsabilità medica, al tempo stesso garantendo un più efficace sistema risarcitorie nei confronti del paziente
Ore 7
Crediti 7
Professioni
Discipline
Quota iscrizione 0,00
Luogo Royal Hotel Carlton
Indirizzo Via Montebello 8
Sponsor multisponsor
Resp. scientifico Avv. Luciano Barbuto, Prof. Maria Rita Rini
Razionale La Legge n. 24 del 2017, cosiddetta Gelli-Bianco, nell'intento di contrastare il fenomeno della cosiddetta "medicina difensiva" e ripristinare un'alleanza terapeutica tra medico e paziente, ha introdotto nel sistema sanitario italiano alcuni punti fermi con l'affermazione di principio secondo cui "la sicurezza delle cure è parte costitutiva del diritto alla salute ed è perseguita nell'interesse dell'individuo e della collettività". La nuova Legge agisce su tre fronti, amministrativo, penale e civile, affronta e disciplina i temi della sicurezza delle cure e del rischio sanitario, della responsabilità dell’esercente la professione sanitaria e della struttura sanitaria pubblica o privata, delle modalità e caratteristiche dei procedimenti giudiziari aventi a oggetto la responsabilità sanitaria, nonché degli obblighi di assicurazione e dell’istituzione del Fondo di garanzia per i soggetti danneggiati da responsabilità sanitaria. La piena consapevolezza che l’assistenza sanitaria medico-chirurgica al cittadino non sia scevra da rischi, talora riconducibili nell’ambito della complessità della disciplina e dunque delle cure medesime, talaltra nell’ambito di un più generico problema organizzativo nell’erogazione delle cure, ha negli ultimi anni imposto ai vertici ministeriali e, di seguito, regionali e aziendali, la ricerca di un sistema volto alla rilevazione precoce delle problematiche considerate “a rischio” nella gestione della vicenda assistenziale del cittadino e all’individuazione di soluzioni di correzione e prevenzione dell’evento avverso. Particolare attenzione è rivolta all’analisi di quanto contenuto nella Legge n. 189 del 2012, cosiddetta “Legge Balduzzi” alla valorizzazione concessa alle linee guida e alle buone pratiche, la depenalizzazione per colpa lieve, il riferimento al doppio binario della responsabilità in civile (contrattuale per la struttura ed extracontrattuale per il medico pubblico dipendente), l’importanza della qualità e della regolare tenuta della documentazione sanitaria, la centralità della validità scientifica dell’elaborato peritale e l’importanza di promuovere strumenti alternativi al contenzioso.
Segreteria organizzativa Project & Communication
M. ecm@projcom.it
T. 051 3511856


<< indietro